Dall’omelia della Messa ad Abu Dhabi

05/02/2019

«Il Signore è vicino. Può succedere, di fronte a un periodo difficile, di pensare di essere soli, anche dopo tanto tempo passato col Signore. Ma in quei momenti Egli, anche se non interviene subito, ci cammina a fianco e, se continuiamo ad andare avanti, aprirà una via nuova».

Francesco poi tranquillizza: la via delle Beatitudini «non richiede gesti eclatanti». Cristo domanda di realizzare «una sola opera d’arte, possibile a tutti: quella della nostra vita». Le Beatitudini sono dunque «una mappa di vita: non domandano azioni sovraumane, ma di imitare Gesù nella vita di ogni giorno». Invitano a tenere pulito «il cuore, a praticare la mitezza e la giustizia nonostante tutto, a essere misericordiosi con tutti». Le Beatitudini non sono «per superuomini, ma per chi affronta le sfide e le prove di ogni giorno». E chi le vive secondo Gesù «rende pulito il mondo. È come un albero che, anche in terra arida, ogni giorno assorbe aria inquinata e restituisce ossigeno». 

 

Albo dell'Istituto
<luglio 2020>
lumamegivesado
293012345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789
 
 
 
15/09/2019
 

- ISTITUTO SAN GABRIELE -
Via Cassia, km 16 (Loc. La Storta) - 00123 Roma (RM)
Tel. 06.302831 - Fax 06.30283850
powered by DOMUSMEDIA © | All rights reserved